Alcuni giorni fa mi è capitata sotto mano una tra le più note riviste scientifiche del nostro paese, ( focus ), dove ho trovato un articolo molto interessante sui cosiddetti “creativi”.

Anticonformisti

Chi sono ? E oltre tutto come si fa a essere o diventare un creativo ? La risposta aimè non è semplice ma, tenendo in considerazione alcuni studi degli scorsi anni e le biografie di scrittori scrittori, pittori – artisti in genere – e scienziati, che abbiamo avuto modo di studiare a scuola o all’università possiamo facilmente trovare un minimo comune denominatore: l’anticonformismo.

Potrebbe essere una rivincita per gli anticonformi e per tutti quei ragazzi spesso messi ai marginidai compagni?
Sembra proprio di si.

Anticonformismo #01Secondo uno studio condotto dalla Johns Hopkins University guidato da Sharon Kim, il rifiuto sociale può stimolare la creatività. Almeno nelle persone indipendenti: per loro è una conferma dell’essere diverse dalla massa, (chi invece desidera integrarsi viene inibito).

Forse le aziende dovrebbero valutare bene nelle assunzioni i non conformisti, anche se paiono destinati a non integrarsi.

Fonti:

Rivista mensile Focus – Numero di Ottobre 2012, p.5
http://old.staibene.it/sb_getImage_cms_staibene.asp?id=4572
http://2.bp.blogspot.com/_d4qARVqLoPw/TK7bj9K2bFI/AAAAAAAAADo/F0aQz32fz3E/s1600/citazioni-anticonformismo.jpg

Lascia un commento